Regolamento ADERENTI

REGOLAMENTO ADERENTI

(Delibera Consiglio Direttivo del 25/6/2014)

Il presente Regolamento deliberato dal Consiglio direttivo , sulla base degli articoli 4 e 5 del vigente Statuto, prevede una serie di norme per l’ammissione,per le modalità di pagamento delle quote e contributi sociali, sul funzionamento dei rapporti con gli aderenti.

CRITERI DI AMMISSIONE

Gli aderenti all’associazione si dividono in soci ordinari, amici e sostenitori. I soci ordinari pagano annualmente una quota sociale. I soci ordinari sono tutti i dipendenti o ex-dipendenti delle banche del Gruppo bancario Intesa Sanpaolo, che ha incorporato il Banco di Napoli e della Fondazione Banco di Napoli. Sono assimilati a soci ordinari con la qualifica aggregati, tutti i familiari dei dipendenti o ex-dipendenti. Possono aderire, con il versamento di un contributo, all’Associazione persone fisiche (amici)  o Enti (sostenitori) che hanno interesse e condividono gli scopi dell’Associazione e pertanto la sostengono nello sviluppo delle diverse attività. Gli  amici e  i sostenitori, che non rivestono la qualità di socio e non hanno diritto di voto,  possono partecipare a tutte le attività sociali. Tutti gli aderenti sono tenuti al pagamento delle quote o contributi sociali, che possono essere differenziati per tipo di aderenti e per tipo di servizi richiesti. Le quote e i contributi sociali sono annuali. I soci del Gruppo possono richiedere  i servizi dell’ Associazione nazionale lavoratori anziani d’azienda (A.N.L.A) o di altre Associazioni collegate al Gruppo.

DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

I soci ordinari:

possono ricoprire tutte le cariche dell’associazione. Partecipano alle assemblee e in caso di assenza possono farsi rappresentare. Possono partecipare a titolo gratuito alle attività delle Sezioni e delle Commissioni. Possono proporre programmi di attività, servizi.

ISCRIZIONE E MODALITA DI PAGAMENTO

L’adesione secondo le diverse tipologie si perfeziona con la compilazione e la sottoscrizione della scheda di iscrizione ( disponibile presso la sede sociale o scaricabile dal sito web del Gruppo www.senioresbn.it) e il versamento contestuale della quota sociale o del contributo  in contanti o con copia del bonifico effettuato con l’aggiunta della copia dell’ordine di bonifico permanente dato alla propria banca, salvo revoca, per le quote e i contributi successivi a favore del sodalizio, con valuta un mese prima del termine dell’anno di iscrizione. L’adesione può avvenire tramite e-mail inviando la scheda debitamente sottoscritta, la documentazione del versamento effettuato, la documentazione dell’ordine di bonifico permanente (formati PDF o JPEG).

QUOTE E CONTRIBUTI SOCIALI

(Delibera assembleare del 25/7/2014)

I soci ordinari e assimilati sono tenuti al pagamento annuale di una quota sociale, gli amici e i sostenitori sono tenuti al pagamento di un contributo annuale come di sguito indicato:

a) quota soci ordinari e assimilati 14.00 euro;

b) quota soci ordinari e assimilati, aderenti ai servizi A.N.L.A 25.00 euro;

c) contributo amici minimo 15 euro;

d) contributo sostenitori minimo 100,00 euro.

DIMISSIONI DALL’ASSOCIAZIONE

(articolo 5 Statuto)

Le eventuali dimissioni per essere accettate devono pervenire , debitamente sottoscritte e in copia originale, tramite via postale , con consegna a mano all’Associazione tre mesi prima della fine di ciascun anno solare. E’ ammesso anche l’invio tramite e-mail  di richiesta firmata e allegato documento identificativo. Le dimissioni date dopo il 30settembre di ciascun anno vengono accettate per l’anno successivo e l’aderente è tenuto in ogni caso a pagare la quota o il contributo per l’anno successivo e a ricevere i relativi servizi.La revoca della disposizione permanente presso la banca a favore del Gruppo Seniores non equivale a comunicazione automatica di dimissioni.

La perdita di qualità di socio per morosità viene dichiarata dopo due quote successive non pagate, restando l’aderente debitore nei confronti dell’Associazione delle quote non pagate.

CRITERI DI MOROSITA’

(articolo 5 Statuto)

La perdita di qualità di socio per morosità viene dichiarata dopo due quote successive non pagate, restando l’aderente debitore nei confronti dell’Associazione delle quote non pagate. Il recupero delle somme può determinare oneri aggiuntivi per gli aderenti dovute alle spese legali e all’applicazione di un tasso di mora pari al tasso di interesse legale a partire dalla data di deliberazione dello stato di morosità.

CRITERI DI ESPULSIONE

(articolo 5 Statuto)

La perdita di qualità di aderente per espulsione si ha in caso:

1.di violazione delle norme statutarie e del Regolamento aderenti;

2.per  indegnità morale, per reati contro la persona e contro il patrimonio con sentenza del Giudice di 1° grado, in casi di particolare gravità il socio può essere sospeso in attesa del giudizio finale.